I tatuaggi sono entrati a far parte della nostra cultura, tanto che solo in Italia il 13 % degli italiani ha almeno un tatuaggio. Capita però spesso di sentirsi dire “hai due tatuaggi? È un numero pari! Porta sfortuna!” ma porta davvero cosi sfortuna avere tatuaggi in numero pari?

Questa credenza in realtà ha origini “marinare”. Si racconta infatti che i primi a tatuarsi furono proprio i marinai, che partendo per lunghi viaggi, tatuavano sul loro corpo questi portafortuna. Al momento della partenza veniva eseguito il primo tatuaggio come simbolo appunto di “partenza”. Giunti al porto di destinazione, dopo un lungo viaggio, a volte anche pericoloso, si tatuavano il secondo. Poi ripartiti, dopo aver affrontato il viaggio di ritorno, una volta giunti a casa si tatuavano il terzo, simbolo quindi del ritorno a casa e dalla propria famiglia. E cosi via, per ogni lungo viaggio affrontato. Per loro avere tatuaggi pari significava essere lontani da casa, smarriti e senza la loro famiglia accanto.

Ecco quindi svelato perché si crede che i tatuaggi pari portino sfortuna! Credete anche voi a questa storiella?