A chi si tatua con me posso dare il mio tempo, la mia conoscenza, l’impegno a dare il massimo per far sì che il risultato sia bello e solido nel tempo ed infine l’augurio che questa esperienza possa legarlo per sempre all’arte del tatuaggio, antica e misteriosa come l’amore che non si impara mai e ci sorprende sempre.

Il Capitano Pelle
Lo studio Scripta Manent Tattoo
Amici di Tattoolicious oggi parliamo di Scripta Manent Tattoo, uno studio che nel 2023 festeggia vent’anni di attività. Iniziamo da questa bellissima frase rubata al suo fondatore, Alessio, in arte Il Capitano Pelle, che oggi abbiamo il piacere di intervistare. Ci conosciamo da tanti anni e recentemente abbiamo avuto il piacere di ricominciare a collaborare stabilmente. Vogliamo approfittare allora e sapere tutto della tua personale Storia di Tatuatore. Come è iniziata?

Ciao, beh direi che è una lunga storia che inizia più di trent’anni fa, quando nel 1992 a quindici anni mi sono innamorato. Già perché è stato un fatto di sentimento, non saprei spiegare diversamente come ad un certo punto della mia vita io mi sia sentito incuriosito e attratto dal mondo dei tatuaggi. Poco dopo mi sono tatuato per la prima volta e l’esperienza mi ha completamente affascinato.

A quel tempo studiavo all’Istituto d’arte di Pisa, dove mi sono diplomato in pittura e scultura. Devo confessare però che, per quanto questa formazione abbia certamente influito nella mia carriera di tatuatore, quel tipo di pratica, per così dire “accademica”, non sapeva darmi la soddisfazione che cercavo.

Quasi per caso poi mi sono trovato a disegnare tavole per tatuatori, quelli che allora erano ancora personaggi misteriosi, nei confronti dei quali bisognava nutrire un certo rispetto e timore. Quel mondo, ancora poco conosciuto alla gente comune, ha saputo darmi proprio l’emozione che cercavo, nel frattempo che i miei disegni riscuotevano un certo successo.

Insomma, sempre per citare te Alessio, sei entrato in questo universo in punta di piedi… quando invece l’investitura di tatuatore vero e proprio? Racconta.

Nel 2000 ho trovato il coraggio di fare il salto e da autodidatta ho iniziato a tatuare. Ho imparato da zero tutto quello che so, senza apprendistati. Ho provato, sbagliato e riprovato ancora. Tante delusioni però non mi hanno fermato e nonostante tutte le difficoltà nel 2003 sono riuscito ad aprire a Pisa il mio Scripta Manent Tattoo. 

Non possiamo che complimentarci, vent’anni dopo siamo qui a testimoniare cosa sia diventato quello studio nel tempo. Del tuo stile invece cosa ci dici? Com’è il tuo lavoro di artista tatuatore?

Guarda, a me piace pensarmi un artigiano e il mio approccio è semplice. Negli anni ho sperimentato tutto perché la mia “fame” di tattoo non ha fine. In generale mi piace parlare con chi mi cerca per un tatuaggio, voglio ascoltarne le idee e capirne il gusto estetico. Inizio così a disegnare, integrando progressivamente quello che mi viene chiesto con ciò che comporta fare un buon tatuaggio.

Alessio, vent’anni di Scripta Manent Tattoo sono molti, saranno cambiate tante cose…

Sì, certo, da allora ha visto passare un bel po’ di mondo tra queste pareti. Sono passate le mode e gli stili, ma il mio studio è rimasto lì, sul percorso che si era scelto, fedele a sé stesso e al tatuaggio. 

Negli anni molti tatuatori hanno condiviso questi spazi e ognuno di loro ci ha lasciato qualcosa e ci ha aiutato a crescere.

Usi il plurale quando parli del tuo studio, spiegaci a chi ti riferisci esattamente dicendo “noi”.

Intendo la mia squadra, che al momento è composta da quattro tatuatori e da Lisa, la nostra shop manager, che dal 2011 si occupa di far andare tutto liscio durante la giornata e si prende cura dello studio, dell’organizzazione del lavoro in agenda e del pubblico.

Ci sono io che, come ho detto, cerco di destreggiarmi in tutti gli stili tradizionali del tatuaggio, con qualche divagazione verso grafiche più contemporanee.

il team di Scripta Manent Tattoo

Poi c’è Luca, che lavora con me da vent’anni anni ed è chiaramente una colonna portante di tutto il lavoro che abbiamo fatto insieme in questo lungo periodo. Con me condivide una certa visione del tatuaggio e dell’etica che dovrebbe sempre accompagnare chi pratica questo mestiere. Oltre a dipingere dei quadri fantastici basati sulla pratica della calligrafia espressiva (andate a vederli!) dedica molto tempo e studio allo stile giapponese classico che adora tatuare come anche lo stile Traditional in tutte le sue varianti.

Da qualche anno a questa parte poi, con noi c’è anche Sandra, che dopo aver lavorato all’estero per un po’ di tempo, è tornata a Pisa e ha deciso di rimanere con noi. Il suo stile efficace ed essenziale affonda le radici nell’ immaginario della psichedelia e del Tradional americano.

Ultimo in ordine di arrivo è Matteo, giovane tatuatore con un debole per gli anime giapponesi e i tattoo Neotraditional. Deve ancora trovare la sua strada, ma la linea è tracciata, sarà l’esperienza a fare il resto.

Con noi infine abbiamo anche un’apprendista, Lizard, specializzata in lettering e appassionata di calligrafia.

Siete molti, ma decisamente complementari nelle vostre inclinazioni stilistiche. Si può dire che offriate ai vostri clienti la possibilità di scegliere ciò che più fa al caso loro con molta professionalità.

Scripta Manent Tattoo è uno studio di tatuaggi votato alla tradizione, dove si eseguono tutti gli stili di tattoo. Chi sceglie di tatuarsi con noi rimane sempre al centro del suo progetto, insieme si valutano idee e soluzioni per far sì che quello che verrà fuori sia veramente il frutto dell’incontro tra tatuato e tatuatore. Da due decenni questa è la nostra realtà quotidiana, ci piace pensare che, entrando nel nostro studio, le persone possano portarsi a casa, oltre ad un tatuaggio ben fatto, anche una bella esperienza, per questo il clima è sempre molto informale e rilassato, così da poter permettere a tutti di sentirsi un po’ a casa.

Fantastico ragazzi, bravi. E ora ve lo dobbiamo chiedere: come mai la scelta di Tattoolicious per Scripta Manent Tattoo?

Negli anni abbiamo provato diversi prodotti aftercare, ormai si trovano in commercio creme di qualsiasi tipo, ma noi non cercavamo qualcosa da vendere per arrotondare. È molto importante per noi dello studio offrire prodotti nei quali crediamo davvero, la nostra professionalità passa per prima cosa dalle scelte che facciamo per noi e per i nostri clienti. Abbiamo sempre rifiutato collaborazioni con aziende che non ritenevamo adatte a quelle che sono le nostre esigenze. Quello che ci interessa è poter consigliare ai nostri clienti prodotti di cui ci fidiamo e che lascino soddisfatte le persone che si sono tatuate. Abbiamo conosciuto la linea Tattoolicious utilizzandola inizialmente su noi stessi ed essendoci trovati molto bene, abbiamo deciso di tenerla in studio per i nostri clienti.

Ogni persona a cui abbiamo consigliato il Fixer di Tattoolicious ci ha dato un feedback positivo e noi non abbiamo mai riscontrato nessun problema nella fase di guarigione dei tattoo. Anche la varietà dei formati è stata un grande punto a favore di Tattoolicious, insieme al servizio vendita e assistenza sempre preciso e puntuale. Tutti questi elementi ci hanno convinto a scegliere questa collaborazione di cui possiamo ritenerci più che soddisfatti.

Fixer 30 ml e Fixer Mini
Bene, grazie mille, ne siamo molto felici. Per concludere Alessio ti chiediamo la ragione del nome del tuo studio, che ci piace tanto: Scripta Manent, ciò che è scritto resta.

È un pensiero che tenevo nel cassetto da molto tempo prima che decidessi di aprire uno studio di tatuaggi. Avevo letto un editoriale su una vecchia rivista di tattoo, si parlava di quanto fosse importante scegliere bene cosa tatuarsi e con chi, perché nei tattoo più che in ogni altro caso vale il fatto che quello che scriviamo rimane lì, saldo nel tempo a ricordarci la scelta che abbiamo fatto. Così quando nel 2003 ho aperto il mio studio questo nome mi è sembrato perfetto, e a distanza di anni devo dire che ancora lo penso: È PERFETTO.

Grazie Alessio, del tuo tempo e di tutte le cose interessanti che ci hai raccontato. Per restare a tema non possiamo che augurarvi Ad Maiora Semper!
Intervista ai tatuatori dello studio The Bad Church

The Bad Church Tattoo Studio ospita un gruppo di tatuatori, nella splendida cornice del Trastevere. [...]

1 Commento

Intervista a Diego Saiu dello studio ArmoniacromaticA

Armoniacromatica. Diego Saiu, fondatore dello studio di tatuaggi di Cagliari, si racconta nella nuova puntata [...]

Intervista ad Angelo Cristella dello studio Stay True Tattoo Passion

Angelo Cristella dello studio Stay True Tattoo Passion si racconta nel nuovo articolo di Storie [...]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *